Amstein SA

La Baviera

La storia della birra in Baviera risale al XII secolo, quando la badessa Ildegarda di Bingen scoprì le qualità di sterilizzazione e conservazione del luppolo, oltre al suo gusto amaro. Nel XIII secolo nacquero i primi birrifici presso i monasteri, oltre che la prima tradizione birraria reale della famiglia Wittelsbach nel 1260. Prima di tutto ciò, la regione era conosciuta soprattutto per il suo vino.

A partire dal XIV secolo, furono aperti numerosissimi birrifici. Ma il giorno in cui è avvenuta la vera e propria rivoluzione nella storia della birra bavarese è il 23 aprile 1516, quando il Duca Guglielmo IV di Baviera introdusse il “Bayerische Reinheitsgebot”.

Il “Bayerische Reinheitsgebot” impone delle norme sulla qualità delle birre della regione e sui procedimenti di produzione in base alla tradizione bavarese. Secondo questa “legge” la birra deve contenere esclusivamente i seguenti ingredienti: acqua, orzo e luppolo. Il lievito, componente naturale della nostra bevanda preferita, non era contemplato nel decreto poiché all'epoca era ancora sconosciuto. Questo decreto fu emanato nell'interesse della popolazione, poiché imponeva, nel processo di produzione della birra, la totale assenza di ingredienti che avrebbero potuto nuocere alla salute dei consumatori.

Nel 1520, la birra di frumento (Weissbier/Weizenbier) fu importata in Baviera dalla Boemia. Come dice il nome, questo stile di birra viene prodotto a partire dal frumento. Nonostante ciò contravvenisse al Reinheitsgebot in vigore, un produttore di birra ottenne l'autorizzazione a fabbricarla fino al 1567, anno in cui venne istituito il divieto di produrre questa birra “bianca”, al fine di preservare le scorte di frumento per i panettieri. Tale divieto fu abolito nel 1602, quando venne istituita la prima tassa sulla birra.

Durante il XVII secolo, nella regione nacque un nuovo stile di birra, la Bockbier, a volte chiamata anche Starkbier o Ator. Questa birra, più forte della media, all'epoca veniva prodotta dai monaci bavaresi. Fino al 1780, coloro che non erano affiliati ai monasteri non potevano berla.

Bayerische Reinheitsgebot Texte officiel de la Bayerische Reinheitsgebot - Duc Guillaume IV - 1516

Il 17 ottobre 1810 si tenne il primo Oktoberfest, per festeggiare il matrimonio di Re Luigi I di Baviera, del Casato di Wittelsbach, con Teresa di Sassonia-Hildburghausen. Questa festa fu organizzata davanti alle porte della città di Monaco, proprio dove si svolge ancora oggi! Durante il primo anno del suo regno, Re Luigi autorizzò l'apertura dei “Biergarten”, ancora molto popolari in Baviera e in tutta la Germania.

Successivamente, le birre bavaresi si sono sviluppate molto poco, soprattutto a causa del Reinheitsgebot, che è ancora in vigore. Tuttavia, dei nuovi micro birrifici, come il Crew Republic, sempre a Monaco, sono riusciti a modernizzare lo stile, soprattutto utilizzando dei luppoli americani. Questi conferiscono alle birre degli aromi molto diversificati e diversi dalla pura tradizione bavarese.

Consegna

Consegna tramite posta

Swiss Post Amstein SA
Pagamento

Pagamento online sicuro

Postfinance Mastercard Visa
Aiuto/domande

Non esitate a contattarci telefonicamente al numero 021 943 51 81 o per e-mail scrivendo all'indirizzo info@amstein.ch Risponderemo a tutte le vostre domande

Amstein SA

Birrerie

/it/E-Shop/Birra/Produttori/Schlossbrauerei-Kaltenberg.html/it/E-Shop/Birra/Produttori/St-Feuillien.html/it/E-Shop/Birra/Produttori/Warsteiner-Brauerei-Haus-Cramer-KG.html/it/E-Shop/Birra/Produttori/Abbaye-de-Scourmont.html/it/E-Shop/Birra/Produttori/Abbaye-des-Trappistes-de-Westmalle.html/it/E-Shop/Birra/Produttori/Brassee-en-Belgique-pour-Amstein-SA.html/it/E-Shop/Birra/Produttori/Brasserie-d-Achouffe.html

Prodotto aggiunto al carrello

Visualizzare il carrello » Visualizzare il carrello »
Visitare questa Questo sito utilizza i cookie a fini statistici, per l'ottimizzazione e per scopi di marketing mirati. Continuando a pagina, l'utente accetta di utilizzare i cookie per gli scopi sopra indicati. Per saperne di più.